FILLER

 

 

 

Filler è un termine inglese che significa “materiale di riempimento”.

I Filler sono materiali che vengono iniettati nella cute del viso per riempire rughe e per ripristinare gli equilibri volumetrici del viso quali quelli degli zigomi e delle labbra.

 

 

 

In medicina estetica, il filler è una sostanza iniettabile nel derma o nel tessuto sottocutaneo per correggere imperfezioni della pelle, ritoccare inestetismi del viso come rughe o cicatrici e ripristinare i volumi perduti.

 

 

  1. La DURATA dell'effetto di ringiovanimento garantito dal filler è influenzata dalle abitudini di vita (fumo, stress, grado di attività fisica, esposizione ai raggi UV o ad inquinanti atmosferici ecc.) del/della paziente, dal tipo di filler prescelto e dalla zona in cui la sostanza viene iniettata.
  2. DOLORE: un filler ideale non dovrebbe creare dolore né durante né dopo l'iniezione. I filler vengono sempre iniettati con siringhe pre-riempite munite di aghi estremamente sottili, in modo da arrecare il minor dolore possibile. L'ago viene generalmente inserito ad appena pochi millimetri sotto lo strato superficiale del derma: così facendo, è possibile ottenere un ottimo effetto di ringiovanimento, assicurando contemporaneamente un trattamento (quasi) indolore. La percezione dolorosa, che varia in base alla sensibilità individuale, è strettamente legata alla sede in cui la sostanza viene inoculata. Per ovviare a questo inconveniente, la zona da trattare viene generalmente anestetizzata mezz'ora prima dell'iniezione, servendosi di creme anestetiche da applicare localmente.
  3. EFFETTI COLLATERALI: il possibile traumatismo di un'iniezione di filler comporta la formazione di piccoli - anche se evidenti - segni cutanei, fortunatamente del tutto reversibili nell'arco di pochissimi giorni. La formazione di edemi, eritemi o piccoli ematomi sulla cute dopo le iniezioni di filler riassorbibili è pressoché normale.
  4. CONTROINDICAZIONI: prima di procedere con le iniezioni di filler, è necessario accertate lo stato di salute della paziente. Difatti, le sostanze di riempimento non possono essere inoculate sottopelle nelle seguenti circostanze:
  • Coagulopatie (alterazione della coagulazione del sangue)
  • Gravidanza in atto
  • Infezione erpetica (da Herpes) in corso
  • Patologie dermatologiche autoimmuni

 

Lo straordinario vantaggio dei filler è la prevedibilità del risultato: difatti, l'effetto soft-lifting di "stiramento" delle rughe o di riempimento dei volumi (sorprendentemente efficace) è piuttosto prevedibile ed immediato ed assicura un'espressione del volto completamente naturale. A differenza della chirurgia plastica, questo aspetto è molto positivo ed apprezzato, dal momento che conferisce alla paziente una certa tranquillità sul risultato finale.